26 febbraio 2017

VIDEO MONTECORRIERE: Chiesa Santissima Annunziata

26 febbraio 2017

Ordine del giorno della seduta consiliare di martedì 28 febbraio

16939300_685846078242716_3974584485840958673_n

22 febbraio 2017

Festività ed eventi del 2017

giorni-festivi

Ricorrenze, eventi, festività civili e religiose del 2017: Continua a leggere

22 febbraio 2017

Prima uscita ufficiale del Roma Club di Montecosaro

image001Festa (fuori del campo) doveva essere, festa (dentro) poteva essere ed è stata. La prima uscita ufficiale allo stadio Olimpico del neonato Roma Club “Franco Sensi” Montecosaro si è tramutata in giubilo grazie al secondo poker consecutivo realizzato dalla squadra giallorossa, il 4-1 di domenica al Torino dei tanti ex. I 22 partecipanti alla gita in pullman, compresi tifosi venuti dalla lontana Rubbianello, famiglie, i piccoli lupacchiotti Angelica e Alessio (lui inquadrato sul maxi schermo!) e persino simpatizzanti granata, si sono goduti una bella giornata di calcio e non solo. Prima di assistere al match di serie A infatti, c’è stato modo e tempo per ammirare la magnificenza della città eterna con il giro turistico tra Piazza del Popolo, Fontana di Trevi, Piazza di Spagna, Pantheon e Piazza Navona. Continua a leggere

21 febbraio 2017

VIDEO MONTECORRIERE: Carnevale dei Bambini 2017 – parte 2^

20 febbraio 2017

VIDEO MONTECORRIERE: Carnevale dei Bambini 2017

Continua a leggere

18 febbraio 2017

La nota di Giuseppe: scrivere bene e informare meglio

Continua a leggere

17 febbraio 2017

“Scena Franca 2017” contenitore del contemporaneo

16730366_679564542204203_1200102783631318029_n

16 febbraio 2017

Montecosaro: punti di distribuzione sacchetti per la raccolta differenziata

16809921_10202970953750856_380868969_n

14 febbraio 2017

ProCiv Montecosaro: dopo Sarnano, Pievetorina

16754635_10209116207365792_520928408_nDopo Sarnano, da febbraio, i volontari della ProCiv Montecosaro e Civitanova Marche hanno prestato supporto logistico e di aiuto alla mensa di Pievetorina. L’attività è iniziata i primi di febbraio e ha visto impegnate circa una quindicina di persone che si sono suddivise in gruppi e si sono alternati con partenze per un totale di cinque giornate. – L’impatto è sempre forte quando si va in questi luoghi, ti trovi di fronte una realtà difficile da accettare, come se il tempo si fosse fermato e bisogna reinventarsi, ripartire, ricostruire… – Spiega un volontario. -Le scosse continuano e un po’ bisogna convincerci, eppure negli occhi della gente vedi ancora la paura. Quando vai via ti porti via una parte di loro, ti raccontano, ti ringraziano e torni a casa con la consapevolezza di aver davvero fatto qualcosa di concreto – continua – e così torni a casa con la voglia di ripartire, sentirti di nuovo utile-. Continua a leggere