Archive for ‘Storia’

17 ottobre 2017

Iniziati i lavori di sistemazione della chiesa di S. Agostino

Il Comune di Montecosaro informa che sono iniziati i lavori di sistemazione della chiesa di S. Agostino: “Dopo una prima fase di spostamento interno di materiale, partiranno i restauri degli altari e la messa a norma dell’impianto elettrico (con relativa nuova illuminazione monumentale interna per la valorizzazione delle pale d’altare). Terminato questo primo passaggio ci sarà la sistemazione degli infissi e la realizzazione di una scala d’accesso ad un piano elevato della sacrestia (al momento difficilmente accessibile). Tutto questo è stato possibile grazie ad una mutua collaborazione tra il comune di Montecosaro (che ha finanziato l’intervento con un finanziamento a fondo perduto), il Fondo degli edifici di culto, la Prefettura e la Diocesi di Fermo. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi del restauro. A presto”.

Annunci
13 ottobre 2017

La scuola del Cavallino

Fino ai primi anni sessanta nella campagna montecosarese c’era ancora la Scuola Elementare. Questa della Contrada Cavallino, quella del Castellano e quella di San Savino. Nella foto, gentilmente messa a disposizione da Enrica Di Marco, si possono riconoscere gli alunni della cosiddetta “Pluriclasse” del Cavallino. Quando scolari di età e classe diversa dovevano convivere in un’unica aula con la stessa maestra. In questo caso, si tratta dell’insegnante Luisa Spernanzoni. I bambini invece sono: Anna Maria Boccanera, Peppe Ercoli, Marisa Ripari, Luana Foresi, Delia Pietrella, Brunella Loretani, Flora Foresi, Angela Boccanera, Erminia Di Marco, Pasquale Nicoletti, Dario Ripari (?), Bruno Loretani, Enrica Di Marco, Albino Nicoletti (?),  Franco Squadroni, Giuseppe Doria, Elio Fiorani, Giuseppe Rapari e Maria Pia Evangelisti.

read more »

13 ottobre 2017

Il campanone sale nuovamente sulla torre civica: la voglia di riscatto dei montecosaresi

Deve essere stato un gran bel giorno quello di settant’anni fa quando, in una bella mattinata, i nostri concittadini hanno visto salire nuovamente in alto sulla torre civica il loro campanone. Erano passati più di cinque anni senza poter ascoltare quel suono amico della comunità. A causa della guerra il precedente campanone venne demolito per ricavarne il bronzo a scopo bellico. Fu grazie alla generosità di tanti Montecosaresi che si riuscì a rinnovare la bellissima tradizione civile e religiosa. Proprio a loro voglio dedicare questa meravigliosa fotografia che simboleggia la voglia di riscatto e rinascita della nostra gente.

read more »

13 ottobre 2017

I falegnami montecosaresi

Falegname: la parola stessa indica con precisione il significato della professione. Un tempo ce n’erano tanti nei nostri paesi. Come ogni artigiano dell’epoca, eseguivano il lavoro esclusivamente a mano. Nel caso specifico, gli strumenti più utilizzati erano la sega per tagliare e la pialla per levigare il legno. A Montecosaro, ne ricordo diversi: Ugo, Basso e Arnoldo Bassi, Angelo Rogani (Trambola), Adriano Piolo, Enzo Angeletti, Augusto Garbuglia, Benito Lelli, Gaetano Giusepponi, Giovanni Garbuglia (Zippo), Guglielmo Serafini (Ciaccalappe), Siro e Mario Capponi, Mario Marinelli, Fulvio e Roberto Gattari (Lo Carino).

read more »

26 agosto 2017

Montecosaro – un sogno lontano nel tempo

read more »

25 luglio 2017

Al Cassero “Un brindisi tra storia e realtà”

Per l’occasione del completamento dei lavori di restauro dei giardini “Il Cassero”, l’amministrazione comunale è lieta di invitare tutta la cittadinanza ad un incontro conviviale per festeggiare l’evento. L’inaugurazione si terrà domenica 30 luglio alle ore 21:15 e al suo interno saranno anche consegnate delle targhe come ringraziamento per l’impegno profuso in questi anni al servizio del parco cittadino.

12 aprile 2017

Cesare Serafini: il triangolo dell’amore

26 febbraio 2017

Chiesa Santissima Annunziata

26 gennaio 2017

Le spericolate acrobazie del montecosarese Pio Bruscantini nel film “Un pilota ritorna” di Roberto Rossellini

16143209_1096112523850952_8610265273232930744_nCertamente non si può dimenticare il film d’aviazione girato dal compaesano Pio Bruscantini che, insieme ad altri spericolati piloti, si distinse in una pellicola diretta dal grande regista Roberto Rossellini (1942). Pur essendo un film del periodo fascista non fu apertamente di propaganda, ma con qualche accenno intimistico di neorealismo, anche se ebbe un certo successo soprattutto grazie alle spettacolari scene di guerra aerea. Il protagonista, anch’egli marchigiano (nato a Mogliano) era il famoso attore Massimo Girotti, al quale Pio impartiva lezioni di volo, insegnandogli i movimenti, le posizioni e gli atteggiamenti da assumere durante le pur pericolose finzioni sceniche.

read more »

24 gennaio 2017

La chiesa di San Rocco

san-rocco

read more »