Archive for ‘Cronaca’

14 febbraio 2017

ProCiv Montecosaro: dopo Sarnano, Pievetorina

16754635_10209116207365792_520928408_nDopo Sarnano, da febbraio, i volontari della ProCiv Montecosaro e Civitanova Marche hanno prestato supporto logistico e di aiuto alla mensa di Pievetorina. L’attività è iniziata i primi di febbraio e ha visto impegnate circa una quindicina di persone che si sono suddivise in gruppi e si sono alternati con partenze per un totale di cinque giornate. – L’impatto è sempre forte quando si va in questi luoghi, ti trovi di fronte una realtà difficile da accettare, come se il tempo si fosse fermato e bisogna reinventarsi, ripartire, ricostruire… – Spiega un volontario. -Le scosse continuano e un po’ bisogna convincerci, eppure negli occhi della gente vedi ancora la paura. Quando vai via ti porti via una parte di loro, ti raccontano, ti ringraziano e torni a casa con la consapevolezza di aver davvero fatto qualcosa di concreto – continua – e così torni a casa con la voglia di ripartire, sentirti di nuovo utile-.

L’esperienza a Pievetorina intanto volge al termine per i nostri ragazzi in quanto venerdì sono stati inaugurati e assegnati i moduli abitativi. Entro fine mese, tempi tecnici di ultimazione dei lavori permettendo, saranno consegnati e la mensa probabilmente sarà affidata a personale locale.

– Potrebbe essere richiesto un intervento per smontare i campi di accoglienza, ma per il momento non ci sono comunicazioni specifiche – spiega Daniele Formentini, presidente dell’associazione. – nel frattempo continuiamo con l’accoglienza e la formazione dei nuovi volontari, sperando di vedere crescere sempre più questo gruppo-. Il percorso per le Marche è ancora lungo e difficile, i nostri cuori restano comunque in mezzo a questa gente che ha perso tutto o quasi. Continueremo a tenervi aggiornati grazie anche a questi volontari che ci stanno, con il loro contributo, rappresentando.

La Protezione Civile è in continua crescita, per chi volesse aderire, l’associazione è aperta al pubblico tutti i giovedì sera dalle 21.30 alle 23.30 circa. È un modo anche per conoscere questa associazione e il ruolo che svolge, ma anche un’occasione per porgere domande e capire meglio come operano i nostri ragazzi. Lasciamo di seguito alcuni scatti a testimonianza di ciò che abbiamo provato in qualche modo a raccontarvi.

16736061_10209116206605773_511097056_n

16754635_10209116207365792_520928408_n

21 gennaio 2017

La ProCiv di Montecosaro in aiuto della città di Sarnano: galleria fotografica

16107373_1240316776058165_2313278223412301937_oE’ ammirevole e al tempo stesso sorprendente che delle persone rinuncino al proprio tempo libero per metterlo al servizio della collettività senza nessun evidente guadagno personale. Per questo motivo un plauso doveroso va ai volontari della ProCiv Arci Civitanova Marche e Montecosaro, per l’impegno che profondono, questa volta a favore della popolazione di Sarnano colpita, come molti altri paesi del centro Italia, dalle forti precipitazioni nevose dei giorni scorsi. A seguire una galleria fotografica dei “nostri”, intenti a spalare la neve di Sarnano.

20 gennaio 2017

L’attività nelle zone terremotate della ProCiv Montecosaro

16176602_10208905995550628_165676306_nA seguito delle scosse del 18 gennaio si è resa la necessità per i nostri volontari della ProCiv Arci Civitanova e Montecosaro di ripartire. Stamattina è la volta di Sarnano. La priorità adesso è quella di spalare la neve e crearsi un varco per raggiungere le persone rimaste isolate. Molte sono le richieste da parte dei civili di poter dare una mano -Al momento, – spiega Daniele Pennacchioni responsabile della Protezione Civile – stiamo lavorando con due squadre di volontari. Non sono ammessi civili. La situazione su cui si lavora è di emergenza considerato il rialzarsi delle temperature e quindi i rischi che la neve sciogliendosi provoca. Avere dei civili non addestrati comporta il rischio che da soccorritori possano diventare soccorsi. Soprattutto se ci si organizza da soli, il rischio potrebbe essere che, in caso di pericolo, nessuno sappia dove cercarli -.

18 gennaio 2017

Undici scosse di terremoto superiori a 3.5 gradi in un’ora e mezza. Tre molto forti intorno a 5.3 gradi

sismografo-1Sciame sismico, con epicentro nell’aquilano, avvertito nitidamente anche a Montecosaro. Dalla prima scossa delle ore 10.25, undici sono al momento quelle superiori a 3.5 gradi Richter. Tre di queste sono state molto forti e hanno superato i 5.3 gradi. Ecco l’elenco di tutte le scosse fino alle ore 12.00:

17 novembre 2016

Eventi sismici: la Protezione Civile ha trasmesso a Bruxelles il fascicolo per attivazione Fondo di Solidarietà

terremoto-marche-01Il Dipartimento della Protezione Civile ha trasmesso a Bruxelles, tramite la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea, il fascicolo relativo alla richiesta di attivazione del Fondo di Solidarietà dell’Unione Europea per l’emergenza causata dagli eventi sismici che hanno interessato le Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria il 24 agosto 2016. Le due forti scosse del 26 e 30 Ottobre hanno esteso ulteriormente l’area interessata aggravando la quantificazione dei danni subiti. Tuttavia, in accordo con la Commissione Europea-DG Politiche regionali si è deciso di fornire una prima stima dei danni e dei costi della risposta emergenziale relativi al sisma del 24 agosto, e di integrare successivamente i dati una volta completata la ricognizione dei danni causati dagli ultimi eventi.

14 novembre 2016

Sisma: sale a 128 il numero dei comuni inseriti nel cratere

La Protezione civile allestisce ad Accumoli (Rieti) una tendopoli per accogliere gli sfollati del terremoto, 24 agosto 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

Il conto dei centri più colpiti e quindi inseriti nel cratere del terremoto sale a 128, di cui 86 nelle Marche. La provincia di Macerata è quella che ha più comuni interessati, esattamente 46: Acquacanina, Apiro, Belforte, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Cingoli, Colmurano, Corridonia, Esanatoglia, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Gagliole, Gualdo, Loro Piceno, Macerata, Matelica, Mogliano, Monte San Martino, Montecavallo, Muccia, Penna S. Giovanni, Petriolo, Pievebovigliana, Pieve Torina, Pioraco, Poggio San Vicino, Pollenza, Ripe San Ginesio, San Ginesio, San Severino, Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Sefro, Serrapetrona, Serravalle, Tolentino, Treia, Urbisaglia, Ussita, Visso. 

12 novembre 2016

Elenco comuni marchigiani per i quali verrà applicato il decreto “Interventi Urgenti”

imagesEcco l’elenco dei Comuni nella Regione Marche per i quali verrà applicato il decreto “Interventi Urgenti” legati agli effetti dello sciame sismico iniziato il 26 agosto 2016. Precisiamo che sarà il Commissario straordinario per la ricostruzione Errani ad integrare nei prossimi giorni questo elenco con i Comuni mancanti.

6 novembre 2016

Autovelox in superstrada per multare sfollati?

14975802_10209315177933747_450262065_o

Fonte: Resto del Carlino

3 novembre 2016

Sisma: alberghi della costa operativi per l’accoglienza

1274579-regione_marche_logoCirca 100 strutture alberghiere coinvolte e circa 5.500 persone ospitate e gestite. Dopo Visso, Ussita, Pievetorina, Pievebovigliana e Castelsant’Angelo sul Nera, continuano gli spostamenti in pullman verso la costa anche da Tolentino, Sarnano, Caldarola, Camerino, Gagliole, Montecavallo, Fiastra e Muccia. Porto Sant’Elpidio è a oggi la principale meta dei marchigiani rimasti fuori dalle proprie abitazioni, ma la lista delle città costiere che mettono a disposizione i propri alberghi, campeggi, bed and breakfast e residence è destinata ad allungarsi viste le disponibilità manifestate dagli albergatori.

1 novembre 2016

Molti terremotati in cerca di camper: montecosarese appassionato del settore si rende disponibile per consigli

panoramica-esposizione-camper-usatiIl montecosarese Roberto Ioannilli è un camperista abbastanza esperto del settore e, avendo ricevuto personalmente varie richieste, da parte di persone terremotate, di acquisto del proprio camper, ha approfondito la questione ed ha scoperto che molte di esse sono alla ricerca di camper economici per una dignitosa sistemazione provvisoria. Per questo motivo si è reso disponibile ad aiutare chiunque ne abbia bisogno per consigli sull’acquisto, tecnici ecc. cercando, nel limite del possibile, di evitare che qualcuno se ne possa approfittare. Ha inoltre fatto una ricerca nel web di varie convenienti occasioni (in fondo potete vedere vari link ai quali se ne aggiungeranno man mano altri) e scrive: