Racconti di guerra: adè morti cuscì, co’ le saccoccette piene de veselli

Adè successo che… li cognati mia facìa li vrecciaroli, era verso mezzojiorno, era ora de magnà. Porbio allora, non te passa l’apparecchi per aria e vede li carritti carichi de cemendo fermi ella davanti ‘n mezzo la strada! Chissà che se cridìa ce stesse rendo?

Allora quissi te comenza a mitrajià a casaccio… e non te cchiappa porbio a li tre frichitti, due de li quali era li mia! Era jiti a rcojie li veselli e se li stava a magnà là la capanna, vicino a lo stradò, pè non fasse vedè da li zisi che non vulìa che li fusse rcordi.

Adè morti cuscì, cò le saccoccette piene de veselli…

Traduzione:

E’ successo che… i miei cognati facevano i brecciaroli (indicativamente spaccapietre), era verso mezzogiorno ed era ora di mangiare. Proprio allora iniziano a passare gli aerei che vedono i carri carichi di cemento fermi in mezzo alla strada! Chissà cosa credevano ci fosse dentro?

Hanno allora iniziato a mitragliare a casaccio… e non vanno a colpire proprio i tre bambini, due dei quali erano i miei! Erano andati a raccogliere i piselli e li stavano mangiando dentro la capanna, vicino allo stradone, per non farsi vedere dagli zii che non volevano li avessero raccolti.

Sono morti così, con le loro piccole tasche piene di piselli…


Per maggiori informazioni sulla vicenda leggi: La grande tragedia del Brecciarolo

Vedi tutti i RACCONTI MONTECOSARESI DI GUERRA E DOPOGUERRA


Racconto tratto dal libro “Viva la Jiende” di Emilia Corelli Cucchi (2000) – Centro del Collezionismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.