Inaugurazione del restaurato organo Callido della chiesa di S. Agostino

Continuano gli eventi in occasione della riapertura della chiesa di Sant’Agostino di Montecosaro. Domenica 16 dicembre sarà inaugurato il restaurato organo realizzato nel 1792 (data desunta dalla “legenda” con i consigli di registrazione) dal “professor d’organi” Gaetano Callido. Alle 16.30 il prof. Michel Fomentelli presenterà il restauro, a seguire concerto d’organo del M° Maurizio Maffezzoli. Alle 18.30 Santa Messa cantata dalla corale Santa Cecilia di Montecosaro e accompagnata con il suono del Callido dallo stesso M° Maffezzoli.

Gaetano Callido, organaro italiano, nato ad Este nel 1727 e morto a Venezia nel 1813, costruì nelle Marche, in Emilia, in Trentino, a Malta, ad Istanbul e nell’allora Repubblica di Venezia, ben 430 organi. L’attribuzione dell’organo di Montecosaro al maestro Callido può essere confermata dalla presenza delle sigle G e C, incise assieme ai toponimi Montecosaro e MC. La cassa lignea presenta timpano e paraste laterali inserite in uno scenario di gusto neo-classico.

Il suono degli strumenti di Gaetano Callido si definisce per alcune caratteristiche indiscutibili. Alcune di queste sono:

  • l’intonazione generale cristallina e “spiccata”;
  • il Principale, dal suono delicatissimo ed avvolgente, leggero ma al tempo stesso corposo, grazie alla taglia abbondante delle sue misure;
  • la purezza dei suoi Flauti (con canne generalmente “a cuspide”), che danno un suono pulito e penetrante;
  • il Ripieno che, nonostante dia il massimo volume sonoro dello strumento, è ascoltabile senza alcun disturbo anche a pochi metri dalla cassa: ciò è dovuto alla pressione piuttosto bassa a cui “lavorano” i suoi registri, dell’ordine di 50/60 mm in colonna d’acqua. Non mancano tuttavia casi in cui si sono rilevate pressioni più alte, fino a 75 mm;
  • l’intonazione decisa, ma mai sovrastante, dei bassi aperti alla pedaliera, che portano il nome di Contrabassi 16′ e Ottava 8′ (di rinforzo), solida base armonica dell’edificio sonoro. Negli strumenti di 12′ è spesso presente anche la Duodecima 5 e 1/3′.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.