La nota di Giuseppe: Esecuzioni musicali e cantori

Caro direttore Giorgio, oltre alle tante qualità che possiedi sei anche direttore di musica e di coristi, laddove armonia e cadenza da sempre convivono in un equilibrio che affascina e stupisce ogni volta che si ascolta una buona esecuzione. Allora, perché non adoperare l’espressione figurata dell’orchestra, dei suoi musicisti e del suo direttore, per riflettere su come anche nell’intendere quotidiano, professionale e personale, si possa migliorare questo equilibrio essenziale di rapporto e di esecuzione?

L’orchestra sinfonica è una squadra formidabile e nelle orchestre più blasonate accade persino che un nuovo direttore debba essere accettato dai musicisti.

Nelle Aziende non è così. Ma il fenomeno ci fa riflettere e spiega bene perché in un concerto siamo colpiti dalla perfetta intesa tra il direttore, gli orchestrali e i coristi. E il successo è sempre e comunque dell’insieme, mai di uno solo e neppure del suo direttore. In buona sostanza del team, vale a dire del gruppo. Poi accade che quando il talento è per davvero straordinario qualcuno diventi un applaudito solista che comunque suonerà sempre con qualcun altro, con un’orchestra, con una squadra.

Diciamolo allora. Per chi ama la musica vedere un concerto dal piccolo schermo della televisione è un non senso, certe volte piuttosto noiose. Vuoi mettere le vibrazioni che arrivano in diretta dalle case, dal palco e dalle voci che cantano e suonano tutti congiuntamente? Essere presente, come sempre, fa la differenza. La televisione, come abbiamo sempre creduto, al massimo è buona per un documentario musicale da beneficiare e gustare nel salotto di casa.

Nel corso delle esecuzioni musicali succedono un sacco di cose. A te è sempre piaciuto creare dal vivo spettacoli esibizionistici. Quello al quale ho assistito lo scorso anno è stato uno dei migliori.

Si può guardare qualche video sulla televisione per farsi un’idea, ma non è la stessa cosa: bisogna esserci.

Quest’estate ce ne andiamo per concerti. La musica all’aperto è un ingrediente fondamentale di questa stagione. Il 30 agosto di quest’anno passare per Montecosaro e, possibilmente, fermarsi. A quel punto però, attenzione in quei giorni, il Paese sarà infestato da un virus molto potente, difficile da evitare. Si chiama Associazione culturale e ricreativa “punto d’incontro” Rione Marche a due passi dalla Stazione ferroviaria, si trasmette per via aerea ed è altamente contagioso.

Basta respirare una singola nota e ci si ammala di musica. Sintomi particolari: si sentono le vibrazioni che arrivano fino al cuore e che fanno muovere il piede senza volerlo. Nel gruppo dei musicisti e cantanti ci saranno Marta, Federica e Morena le quali non sono solo eccellenti interpreti ma anche affascinanti. unitamente ai giovani maestri di musica Lorenzo e Luca. Sono straordinari campioni che rendono orgogliosi i concittadini e non solo. Tutto questo per la felicità di chi ascolta.

Più s’invecchia, più è dura, di certo con il tempo le cose non diventano più facili. Non è solo questione di allenamento, però: se le folle vanno ancora in visibilio davanti ai famosi direttori come te Giorgio, è perché sul palco dai sempre il massimo. In effetti, è che tu e i tuoi coristi siete amati tantissimo dai concittadini per tutto quello che fate. Complimenti vivissimi.

Giuseppe Perugini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.