Le spericolate acrobazie del montecosarese Pio Bruscantini nel film “Un pilota ritorna” di Roberto Rossellini

16143209_1096112523850952_8610265273232930744_nCertamente non si può dimenticare il film d’aviazione girato dal compaesano Pio Bruscantini che, insieme ad altri spericolati piloti, si distinse in una pellicola diretta dal grande regista Roberto Rossellini (1942). Pur essendo un film del periodo fascista non fu apertamente di propaganda, ma con qualche accenno intimistico di neorealismo, anche se ebbe un certo successo soprattutto grazie alle spettacolari scene di guerra aerea. Il protagonista, anch’egli marchigiano (nato a Mogliano) era il famoso attore Massimo Girotti, al quale Pio impartiva lezioni di volo, insegnandogli i movimenti, le posizioni e gli atteggiamenti da assumere durante le pur pericolose finzioni sceniche.

16174960_1096112533850951_8015709225088174425_nLa storia era ambientata sul fronte greco-albanese, dove un nostro pilota che doveva paracadutarsi oltre le linee, viene catturato dagli inglesi. Durante un bombardamento riesce ad evadere e, impossessatosi di un velivolo, fugge fino alle linee amiche. Al soggetto del film collaborò nientemeno che il figlio del Duce, Vittorio Mussolini, con il nome anagrammato di Tito Silvio Mursino, mentre della sceneggiatura si occupò il non ancora regista Michelangelo Antonioni. Tra i tanti giudizi critici, per lo più positivi, mi ha incuriosito quello del Centro Cattolico Cinematografico che in una sua recensione del 16 aprile 1942 così commentava: “Film di guerra ben riuscito; tecnicamente ed esteticamente notevole. Nulla da eccepire in linea morale. Il senso di profonda umanità di cui è permeata tutta la vicenda, ne consiglia la visione per tutti, anche in sale di oratori e collegi”.

Il ventenne pilota di aerei da guerra Pio Bruscantini ebbe così l’occasione per un momento di celebrità, vivendo due mesi intensi a provare nei voli dove fondamentalmente non si doveva uccidere né tanto meno c’era il pericolo di esserlo a sua volta. Per lui si trattava di una esperienza nuova ed elettrizzante, tra l’altro circondato da belle ragazze attratte dal fascino della divisa azzurra. La presenza di Massimo Girotti, certamente, lo aiutava in questo senso. In quanto già affermato campione di nuoto e per nulla esaltato dal successo cinematografico che lo aveva portato alla celebrità.

Al termine della lavorazione del film, l’attore Girotti volle donare una sua fotografia all’amico Bruscantini con una bellissima dedica: Al maresciallo pilota Pio Bruscantini, in affettuoso ricordo del “Pilota ritorna”. Questo familiare messaggio portò bene al nostro soldato tanto che, tra le numerose traversie aeree e contraeree, anche il pilota Pio come nel film ritorna a casa sano e salvo.

16195138_1096112710517600_7157457167697747898_nNella sua carriera militare il nostro ardito aviatore ha collezionato 12 medaglie al valore e 121 azioni di guerra! Il fatto che avremmo visto un nostro compaesano sullo schermo cinematografico aveva creato in quel periodo una vera e propria attesa spasmodica. Tale eccitazione collettiva contribuì a portare praticamente tutto il paese all’interno del teatro per assistere alla proiezione del film. Al primo apparire del pilota-attore intento a farsi il segno della croce prima di gettarsi con il paracadute, in sala e nei palchetti gremiti all’inverosimile, gli spettatori esplosero in un boato assordante seguito da una scrosciante battuta di mani. Tra un applauso e l’altro, tutti facevano a gara nell’individuare, trai vari aerei in cielo, quello del loro amico mentre nel bel mezzo di una delle tante azioni di alta acrobazia, ognuno era pronto a “centrarlo” gridando a squarciagola: “Sci, adè quello. No ma che dici, so sicuro adè quell’addro…” e così via per tutta la durata del film ed oltre!

Tratto dal libro “Per un pugno di coriandoli” di Paolo Marinozzi (Centro del Collezionismo, 2008)

A seguire il film “Un pilota ritorna” di Roberto Rossellini, tradotto in lingua russa.

Annunci

One Comment to “Le spericolate acrobazie del montecosarese Pio Bruscantini nel film “Un pilota ritorna” di Roberto Rossellini”

  1. Questa è una vera chicca.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: