Le parole di Lorenzo Baldassarri tornato nella sua Montecosaro dopo il 4° posto in Malesia

balda-malesia3I fans che domenica all’alba hanno affrontato una sveglia impegnativa ma comunque migliore rispetto a quella imposta dal terribile terremoto, si sono goduti in tv un’altra bella performance di Lorenzo Baldassarri in Moto2. Da Phillip Island a Sepang, da una pista asciutta ad una bagnata, non è cambiato nulla in una settimana per il centauro di Montecosaro, bravo a replicare il 4° posto finale. Il talento del team Forward Racing ha ri-sfiorato il podio salendo a 125 punti in classifica generale, sempre ottavo e, da lunedì, è tornato nella sua Montecosaro. Il tempo di smaltire il fuso orario, di abbracciare familiari ed amici (ha anche incontrato il sindaco Malaisi) e Baldattack riprenderà ad allenarsi con gli altri piloti del VR46 Academy per prepararsi all’ultima prova del Motomondiale 2016 a Valencia il 13 novembre.

Queste le sue parole dopo Sepang: Lorenzo un altro buonissimo 4° posto, migliore rispetto all’Australia? ”Sì, perché è una conferma a questi livelli anche in condizioni umide. Poi Phillip Island mi piace come tracciato e sapevo di essere competitivo mentre in Malesia c’erano più incognite.” Promettente 6° tempo, poi una partenza difficile e posizioni perse: altra gara complicatasi in avvio? “Sì, purtroppo. Ho avuto un contatto con Luthi alla seconda curva e poi un altro (non visto in tv) nel curvone veloce e sono stato fortunato a non cadere. Ho puntato a rimontare il più possibile, però quando ho visto il gap dal trio di testa ho scelto di mantenere la posizione.”

balda-malesiaNei giorni in Malesia la tua regione è stata massacrata dalle scosse. Cosa sapevi e come reagisci ai terremoti? ”Cerco di restare freddo ma la scossa è una brutta bestia, ricordo bene quella di agosto. Quando domenica mi hanno detto la magnitudo sono rimasto di stucco e ho subito chiamato a casa. Fortunatamente in città non ci sono stati danni, ma sono vicino ai tanti maceratesi dell’interno sfollati.”  Anche guidare con la nuvola d’acqua alzata dalle moto davanti e con visibilità quasi azzerata dev’essere pauroso…”Non è paragonabile alla forza distruttiva di un terremoto, però serve tanto coraggio.”

D’obbligo una battuta sul francese Zarco che domenica si è confermato campione in Moto2…”Ha meritato il titolo, è molto bravo. Nelle ultime corse ha dimostrato maturità guidando senza timori e non sentendo la pressione.”

balda-malesia2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.