A Claudio Scocco il riconoscimento di “Padre del Folklore”

10943388_991395870889461_1048958366_nUn altro gradito riconoscimento per il gruppo folk “Li Matti de Monteco’”. Venerdì 22 Gennaio, Claudio Scocco, presidente e fondatore del gruppo (nel 2007), riceverà un prestigio premio con una cerimonia che si svolgerà a Ravenna. Verrà premiato dal Presidente Nazionale della F.I.T.P. (Federazione italiana tradizioni popolari), Benito Ripoli, “Padre del folklore, persona Benemerita delle Marche”, data la sua lunga attività di oltre 40 anni nel mondo del folklore.


Infatti Claudio fin da piccolo eredita dal padre la passione per la musica. Dopo diversi anni di solfeggio, e dopo aver approfondito lo studio teorico della musica, all’età di 10 anni inizia il suo percorso musicale imparando a suonare la fisarmonica. In seguito, all’età di 13 anni, inizia a suonare l’organetto, avendo come maestro suo padre, uno dei più grandi suonatori di organetto del maceratese, fondatore e suonatore per oltre 50 anni del gruppo “Val di Chienti” di Montecosaro (MC), (uno dei più rinomati gruppi marchigiani dell’epoca, estinto negli anni ’80).

E da allora per oltre 30 anni suona questo strumento, riprendendo e facendo proprie le musiche popolari marchigiane, in particolare il SALTARELLO MARCHIGIANO, tipico ballo popolare dell’Italia centrale. Suona diversi tipi di saltarello che egli stesso ha sperimentato e diffuso, facendole conoscere: il SALTARELLO CIVITANOVESE, LA RECANATESE e il SALTARELLO DELLA VALLESINA. Ha fatto parte negli anni ’70 – ’80 del gruppo estinto “Val di Chienti” di Montecosaro (MC), insieme al padre, uno dei fondatori del gruppo. Qui oltre a suonare l’organetto, suona il tamburello e impara a ballare il saltarello e gli altri balli popolari che poi tramanderà al nuovo gruppo, di cui è attualmente presidente.

Ha contribuito a far conoscere il paese di Montecosaro nelle varie parti d’Italia dove si è esibito, dando al gruppo il nome “Li Matti”, che è l’appellativo simpatico e scherzoso con cui vengono chiamati gli abitanti di Montecosaro. Infatti il gruppo ha preso nome da un antico detto popolare: “A Montecò chi non è matto non ce lo vò e chi non è matto bè, non ce lo vò pè ‘gnè”. Questo detto risale al periodo della peste quando Montecosaro accolse tutti gli sfollati dentro le proprie mura e questa leggenda con il passare egli anni è rimasta viva, tanto da venir riproposta ogni qual volta si menziona questo simpatico nome.

Collabora con il Liceo Musicale Toscanini di Civitanova Marche, fondato dal Prof. Fulvio Rusticucci, presso il quale dal 2013 durante l’anno scolastico tiene corsi di fisarmonica e organetto. Da anni collabora anche con il Centro Studi Portopotentino di Porto Potenza Picena (MC) con il quale svolge attività di ricerca sulle tradizioni etnomusicali e coreutiche nelle Marche, e la compagnia teatrale “Arcobaleno“ di Loreto, con la quale ogni anno realizza progetti per bambini delle scuole materne ed elementari. Mosso dal desiderio di promuovere, valorizzare e mantenere vive le tradizioni popolari marchigiane, oltre alla propria scuola di organetto, che attualmente ha come allievi diversi giovani, tra cui la figlia alla quale ha trasmesso la sua passione, svolge attività didattiche di propedeutica musicale e strumentale, collaborando con progetti nelle scuole materne ed elementari e corsi di danze popolari. Nel corso dell’anno organizza corsi sul saltarello e sulle tradizioni popolari con scuole pubbliche del territorio, partecipa a seminari e convegni con lo scopo di divulgare e trasmettere ad alunni, insegnanti la musica popolare, in particolare quella marchigiana, la cultura, le origini contadine e le nostre tradizioni.

12637341_1198770390152007_2039855434_o

Annunci

One Trackback to “A Claudio Scocco il riconoscimento di “Padre del Folklore””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: