Il mio grande amico Franco Bracardi

Franco_Bracardi_-_Vieni_avanti_cretinoÈ stato un grande amico sincero. Franco Bracardi, quello che tanti ricorderanno come il pianista del “Maurizio Costanzo Show”. Ci eravamo conosciuti alla fine degli anni novanta. Stavo organizzando l’evento dedicato ai Flippers, il complesso musicale dove Franco suonava il pianoforte. In quella straordinaria orchestrina era in compagnia di altri fantastici artisti, come Fabrizio Zampa alla batteria, Max Catalano alla tromba, il fratello Maurizio alla chitarra, Lucio Dalla al clarinetto e Romolo Forlai al vibrafono. Era stato proprio Romolo a presentarmi i suoi compagni musicisti. Con loro cantavano, alternandosi, Gianni Meccia, Jimmy Fontana ed Edoardo Vianello, con il quale ottennero al Cantagiro del 1963 un fantastico successo grazie all’ancora celebre canzone dei “Watussi”.

Era stata la cantina della “Gnuccatora” a farmeli scoprire, con il coro di stornelli intonati a tarda sera, quando il clima si era particolarmente riscaldato. Un loro motivo mi piaceva particolarmente, dato forse dal curioso titolo del “Cha cha cha dell’impiccato”. Il caso ha voluto che quarant’anni dopo questa emozione venne rivissuta in una mostra qui a Montecosaro. E quando si incontrarono a distanza di tanto tempo e’ stata come una rimpatriata tra vecchi amici. Abbracci, scherzi, ricordi e gran finale in concerto al ristorante La Luma. Ho tenuto sempre ottimi rapporti con tutti loro, compreso il genio Dalla, ma con Bracardi il feeling era immediato. Forse perché anche lui marchigiano, di Senigallia, come il fratello Giorgio di “Quelli della notte”.

Un simpatico mattacchione affezionato al nostro paese e alla mia famiglia. Apprezzava molto la nostra calorosa accoglienza e qui si trovava a suo agio, specialmente tra il pollastro e le tagliatelle cucinate da Valeria. Come in questa bella foto insieme agli amici Luciano e Maria Biagini di Civitanova. Caro Franco ti ricordiamo con tanta nostalgia. Ci manca tanto la telefonata che ci avvertiva del tuo prossimo arrivo, con la parola d’ordine “Apparecchia”! Come un grande vuoto e’ quello lasciatoci da Luciano, appassionato anche lui di bella musica e buona cucina. Vecchi, indimenticabili ricordi. Veri valori della vita.

Paolo Marinozzi

12079534_764088337053374_7772199212570248657_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: