Ignazio Marino, Sindaco pro tempore di Roma, e la bastonatura sulle fogne

Fori Imperiali: illuminati di notte entro 21 aprile 2015Osservando le immagini e ascoltando le orribili parole dette dal Sindaco pro tempore di Roma ai telegiornali, nei confronti di avversari politici, sono rimasto gelato. Non mi rendevo conto, infatti, che il valente medico Ignazio Marino dalle apparenze equilibrate abbia pubblicamente, in maniera sciagurata, preso a bastonate i suoi concittadini e tanta buona parte d’italiani. Le parole pubbliche da lui proferite sono state orribili: “Tornate nelle fogne da dove siete venuti”.


Da un po’ di tempo mi capita una cosa strana. Mi vengono in mente pensieri che non condivido, idee che non corrispondono all’immagine che ciascuno di noi ha di se stesso. E non è questione di destra o sinistra, ovvero due categorie che avevano un senso nel secolo scorso ma che oggi sembrano abbondantemente sovrastimate. No. E’ che uno pensa magari di essere in linea con lo spirito del tempo moderno e contemporaneo. E scopri poi che ci sono tante piccole e grandi cose che danno fastidio, mentre non dovrebbero. Quello che il Sindaco di Roma ha proferito, si può dire, come minimo, è stata una scelta folle. In qualunque modo è stata una scelta sua: un esempio agghiacciante. Auguri al Sindaco, ma figli maschi no, non è il caso.

Chissà, forse egli menava il can per l’aia per recuperare consenso da chi lo aveva votato, disumanizzando e diffamando però l’avversario politico facendolo sembrare addirittura simile a un topo di fogna. Quasi certamente egli cercava di riprendere una provvisoria concordanza di governo comunale che, come noto, è alla frantumazione. Ho l’impressione che quelle terribile parole hanno una storia alle spalle, una storia tragica. E’ sufficiente riesaminare gli anni settanta. A quel tempo, infatti, si parlava di topi laddove i rapporti e le relazioni tra le Parti antagoniste avevano luogo a colpi di spranghe, rivoltellate e bottiglia molotov.

Non c’è stata dunque nessuna attenzione da parte del Sindaco Marino sulle parole e sulle conseguenze tragiche che l’utilizzo delle stesse hanno determinato. E, senza criterio, egli ha impiegato con superficiale disinvoltura l’orrenda frase “topi di fogna da schiacciare”. Può darsi che egli abbia fatto finta di non ricordare. Sarebbe d’uopo fornirgli dunque gli elenchi di avversari politici (destra e sinistra) che furono spietatamente ammazzati dall’odio politico. Avrà di sicuro modo di rivedere le sue immagini e riascoltare le sue sfrontate parole. E, magari, alla fine chiedere venia dichiarando che quelle parole sono state dettate dal nervosismo.

Nonostante tutto, al presente, nessuno del Partito ha pressato il Sindaco pro tempore Marino per un’immediata correzione, facendogli sì scordare i topi, ma non quelli che stanno sguazzando nella spazzatura in cui la nostra Capitale sta affogando. E non per colpa della sorte. E sappiamo bene, poi, che l’una e l’altra Parte avevano messo in piedi il “cartello” per dividersi mazzette e aiuti monetari dallo Stato. Due parole, infine, sulla cosa strana alla quale accennavo all’inizio di questa mia nota, ovverosia le cose o le idee che non condivido.

E’ questa la storia alla quale abbiamo assistito in questi ultimi anni, a metà tra la cronaca nera e la commedia all’italiana, storia stomachevole come il lucrare somme sugli immigrati con la scusante di una cooperativa. Noi elettori siamo quotidianamente menati per il naso. E i politici continuano a organizzare affari e iniziative in combutta. E, poi, dicono peste e corna. Davvero possiamo ridurre queste brutte vicende a quelle dei buoni e dei cattivi? Sventurato chi pensa di aver capito tutto e avere la soluzione in tasca.

Giuseppe Perugini

Annunci

One Trackback to “Ignazio Marino, Sindaco pro tempore di Roma, e la bastonatura sulle fogne”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: