CUCINARE LOW COST: Limoncini di carnevale

11004046_10203789803613309_1847307054_nBuonasera, riprendo questa piccola rubrica montecosarese in prossimità del carnevale, per proporre a Voi tutti un semplice dolcetto che noi tutti conosciamo e che da diversi anni fa parte della nostra tavola sotto questo periodo. La ricetta ci viene offerta da una signora Romina Ciminari, residente in questo paese, che non ha un account Facebook e che ringazio per la sua collaborazione.

Ingredienti:
2 uova
80 gr di burro o margarina
25 gr di lievito di birra (1 cubetto)
1 bicchiere di latte
2 limoni
200 gr (circa) di zucchero
farina q.b.

Preparazione:
In un pentolino sciogliere il lievito di birra con latte e lasciar raffreddare. Sciogliere anche il burro a bagnomaria e far raffreddare. In una ciotolina unire le uova con 50 gr di zucchero, poi aggiungere il burro e il lievito fatto sciogliere il precedenza. Amalgamare bene il tutto e aggiungerela farina fino ad ottenere un impasto morbido, non appiccicoso (molto simile a quello della massa per la pizza).

Lasciare lievitare la massa per circa 1 ora. Nel frullatore impastare bene lo zucchero (150 gr) con le bucce dei 2 limoni. Trascorsa un’ora stendere la massa (molto fina) e cospargere sopra lo zucchero (impastato con le bucce dei limoni). Arrotolare la massa e tagliarla a metà fino a formare due lunghi rotoli.

Tagliare a rondelle spesse circa 1 cm e posizionare nella piastra da forno (con carta da forno) e lasciare lievitare per 30/40 minuti. Mettere, infine, in forno ventilato a 180° per 15/20 minuti (finchè iniziano a dorarsi). Lasciare raffreddare i limoncini pria di metterli in un vassoio. A piacere si può mettere sopra (una volta cotti) miele o zucchero a velo. Buon appettito.

Vino da abbinare:
Per l’occasione, personalmente, aggiungerei un vino passito proveniente dalla zona del Lambrusco, ed esattamente passito Albana di Romagna della Casa de’ Monzi docg. Un vino abbastanza conosciuto tra i passiti, che si presenta come buon bicchiere da accostare a dolcetti come questo sopra e crostate di marmellate di vario genere. Dal colore giallo oro con delle sfumature ambrate, al naso ha delle note di miele e frutta esotica/tropicale, in bocca arriva il gusto della pesca matura molto intenso. La btg si presenta in un formato per questa tipologia di vino “conveniente” ovvero nella btg da 0.5 l (i passiti e i liquorosi di “solito” sono in quelle da 0.375 l). Temperatura di servizio 10º/15º e prezzo alla portata di tutti in quanto la si può trovare intorno ai 9 euro.

Simone Carassai

11004046_10203789803613309_1847307054_n10994780_10203789831814014_1912021320_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: