Otto uomini speciali al “punto d’incontro” Rione Marche

image001Con orgoglio e oggettività diciamo subito i loro nomi: Albino, Umberto, Emiliano, Saturnino, Aurelio, Generoso e Tonino Santoni. E, parimenti, rafforziamo quelli di Albino e Saturnino perché sono tra i personaggi illustri sul giornale “Montecorriere.it”. Uomini di sostanza, essenziali. Sappiamo che l’umanità va avanti raccontandosi storie. Ma non crediamo che il collante del mondo siano le bugie. Pensiamo piuttosto ai racconti, alle favole, narrazioni apparentemente irreali e invece piene di vita e d’insegnamenti. A cappuccetto rosso la mamma dice di stare attento al lupo, i tre porcellini insegnano l’importanza del lavoro, come la storia della cicala e della formica, e così via. Pertanto non c’è fiaba che non serva a qualcosa perché quasi tutte hanno radici antiche e popolari.

La storia (o novella, o fiaba) che stiamo per raccontare è la nostra, di “punto d’incontro” Rione Marche, ovvero delle nostre donne e uomini reali, concreti e pratici. E, visto i tempi che corrono, possiamo circoscrivere i nostri adepti anche come leggenda. Invece è un racconto fondato, autentico, pubblico. Perché sono i primi attori delle suddette narrazioni, disponibili e determinati. Gente per bene e alla mano che hanno anche il dono della prodigalità, passione e generosità.

Pensiamo dunque che sia giusto mettere al corrente la cittadinanza che i nostri uomini stanno effettuando a tutto tondo e, come risaputo, anche per molte altre condizioni sociali, a loro totale cura e spesa, importantissimi lavori per l’Asilo Parrocchiale posto nel grande fabbricato “Opera Alcide Angeletti”. Sul breve periodo saranno terminati i nuovi prati a verde, messe a dimora piante adulte di ulivo e nuove recinzioni dei campi gioco. Insomma, tutto sarà corrente e affabilmente osservato dal nostro Priore Don Lauro, dai concittadini e non solo.

Analoga piattaforma è la nostra familiare sede a ridosso della Stazione Ferroviaria, sempre pulita e ordinata. Facoltosa di aiuole a verde, di folti cespugli e piante adulte che danno raffinatezza e distinzione. Eloquente valore aggiunto offerto da “punto d’incontro” Rione Marche ai concittadini e al Comune di Montecosaro. Finiamo confermando che non esistono predisposizioni o predestinazioni. Sono gli ambienti che creano i comportamenti.

Giuseppe Perugini – Associazione culturale “punto d’incontro” Rione Marche

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: