CUCINARE LOW COST: Arista con mele e cherry

photo.phpRiprendiamo dopo una lunga pausa questa piccola rubrica, aperta con l’intento di essere utile a coloro che siano alle “prime armi” e non solo tra i fornelli. Colgo l’occasione per rinnovare i complimenti a Montecorriere per lo spazio che mi offre e che offre in genere a coloro che si interfacciano con il paese. Oggi prendiamo spunto da un piatto raffinato che ha delle particolarità: la prima, come poi potrete notare, è l’abbinamento sul piatto di una carne, l’arista, ad un frutto di stagione, la mela, ma non solo. Ribadisco che sono piatti che si posso preparare sempre con un cifra al di sotto dei 10 euro. Ringrazio Ana Raluca Marginean per aver condiviso la seguente ricetta “Arista con mele e cherry” che vado ad esporre.

 Ingredienti per 2 persone:
– Olio d’oliva
– 2 spicchi d’aglio
– Sale
– Timo e salvia
– 2 mele golden
– 1 cipolla dorata (media)
– un goccio di vino bianco
– un pó di cherry spezia ( preferibilmente di marca Cannamela)
– 6 fettine d’arista

Preparazione
In una padella antiaderente si fa rosolare l’aglio con il timo e la salvia. Si aggiungono le fettine d’arista un pizzico di sale e un po’ di vino. Appena rosolate un po’ le fettine vanno tolte e appoggiate su un piatto. Nella stessa padella si mette la cipolla tagliata a pezzettini, si fa soffriggere, appena cotta la cipolla si aggiungono le mele (sbucciate e tagliate a pezzettini precedentemente), una spolverata di cherry e vengono poi aggiunte le fettine d’arista per finire la cottura (tutto a fuoco basso). Buon appetito!!!

Vino da abbinare
Per questo piatto, che porta con se una molteplicità di profumi ma soprattutto sapori dovuti a spezie di uso comune, userei in abbinamento un vino comunque autoctono che negli ultimi anni si sta facendo largo come un vino elegante con un bouquet di profumi ed aromi importante: la Lacrima di Morro d’Alba, che è una D.O.C. (denominzione di origine controllata) ed è una”chicca” di vitigno presente solo in una determinata zona delle Marche, esattamente comprende le intere superfici dei comuni di Morro d’Alba, San Marcello, Belvedere Ostrense, Ostra, Monte San Vito, ed una parte del comune di Senigallia. L’eccellenza regionale riconosciuta dagli addetti al settore e non solo, appartiene a Stefano Mancinelli con una superficie vitata di circa 25 ha. Essa si presenta di colore rosso rubino abbastanza carico, al naso importanti ed intensi sentori di frutta, con una discreta persistenza, il massimo di sè lo raggiunge in bocca dove, nonostante ci sia la presenza di spezie (noce moscata) e frutta selvatica (ribes), rimane morbido e delicato. La sua temperatura di servizio è intorno ai 12°/15°.

Grazie di nuovo ad Ana.

Simone Carassai

Advertisements

One Trackback to “CUCINARE LOW COST: Arista con mele e cherry”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: